Questo sito utilizza i cookies. Maggiori info

Il corpo nell’apprendimento interculturale: un convegno a Firenze, 28 febbraio – 2 marzo 2013

La Fondazione Intercultura organizza da decenni il più importante programma italiano di studi all’estero per ragazzi della scuola secondaria. Nel vissuto di questi adolescenti, l’esperienza del corpo e del suo riadattamento interculturale è centrale. Per questo Intercultura ha organizzato a Firenze un convegno in cui si intrecciano in cui si intrecciano corpi e reti digitali sullo sfondo dello choc culturale.Il titolo sintetizza bene il progetto: Il corpo e la rete. Strumenti di apprendimento interculturale.
Programma piuttosto interessante: qualche nome inutile che non si sa cosa ci stia a fare, ma anche alcuni che possono dare contributi veri: per es. Antonio Casilli (EHESS), Ida Castiglioni, probabilmente Leopoldina Fortunati, sicuramente no Maurizio Ferraris e simili. Nel programma non si vede traccia delle esperienze degli etnografi spontanei di Intercultura, gli studenti tornati dai soggiorni di studio, ma forse si nascondono nei gruppi seminariali. Non mi pare ci sia lo streaming. Per chi si interessa di costruzione sociale del corpo e sta da quelle parti, vale la pena andar a vedere. Per tutti i dettagli http://www.corpoerete.org/Programma/  (enrico pozzi)

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

Attualmente non sono presenti commenti per questo articolo.

Lascia un commento

Invia ad un amico

Usa il form sottostante per segnalare questo articolo via mail