Questo sito utilizza i cookies. Maggiori info

Una interessante Sessione tematica al prossimo Convegno nazionale della Società Italiana di Studi sulla Scienza e la Tecnologia

La costruzione sociale del corpo trova nel campo biomedico uno dei suoi spazi più potenti e più legittimatati socialmente. Di questo si occuperà la Sessione tematica Corpi, tecnologie pratiche e saperi in campo biomedico durate il 4° Convegno nazionale della Società Italiana sulla Scienza e la Tecnologia, Rovigo, 21-23 giugno 2012. (continua…)

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

Baratto di organi: in Israele il trapianto di organi si basa sulla reciprocità e diventa prova d’amore in famiglia

Un blog del NYTimes descrive come il sistema sanitario israeliano abbia inserito due criteri extra-medici per decidere la priorità nelle liste di trapianti: aver scelto di donare i propri organi, avere un familiare che l’ha fatto in passato. Socializzare il proprio corpo e quello dei propri familiari diventa un investimento sul proprio futuro, una modalità di welfare sanitario familiare, e una prova d’amore. Papino, se muori abbastanza giovane mi lasci cuore, fegato ecc ecc ? 

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

Morire è un diritto individuale o un destino sociale? In Olanda un festival cinematografico celebra dieci anni di eutanasia

Organizzata ad Amsterdam dalla lobby per il diritto a morire NVVE, la rassegna intitolata The End ha presentato dal 10 al 12 febbraio 35 film vecchi e nuovi, tra cui Million Dollar Baby, Mare Dentro e 5 anteprime mondiali.

La locandina di Mare Dentro di Alejandro Amenabar

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

Come cambia il desiderio maschile

Sulla base di una ricerca di prossima pubblicazione sul Journal of Family Issues, Il New York Times ha pubblicato un’infografica su come sono cambiati, dal 1939 al 2008, le aspettative degli uomini sulla donna da sposare.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

I social media possono aiutare a prevedere le epidemie? Presto Google ci guarirà

Il 16 febbraio un team di epidemiologi si è riunito all’Harvard Medical School di Boston in occasione dell‘International Conference on Digital Disease Detection. Si è discusso dei progressi nel tracciamento online delle malattie in relazione anche all’affidabilità delle comunicazioni informali e alla loro effettiva  capacità predittiva rispetto all’insorgere di focolai reali.

Intanto la correlazione osservata in passato tra le ricerche online sull’influenza e il numero di persone che si presentavano all’ospedale ha portato alla nascita di uno strumento, Google Flu Trends, in grado di allertare le strutture sanitarie in vista di affluenze eccezionali.

A quando la scoperta che Google guarisce?

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

Un TED Talk sugli errori della medicina

Il medico e documentarista radiofonico canadese Brian Goldman critica i medici che nascondono i propri sbagli o se ne vergognano, piuttosto che ammetterli pubblicamente ed usarli per imparare e migliorare.

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

Mutilazioni genitali (3). Nuovi strumenti per la circoncisione di massa di 20milioni di neri in Africa

La possibile correlazione tra circoncisione e minore probabilità di contagio HIV eterossessuale sta ponendo problemi nuovi a chi cerca di fermare l’epidemia. Le tecniche tradizionali sono lente, cruente, potenzialmente pericolose se effettuate in strutture sanitarie o parasanitarie inadeguate. Ocorrono nuove tecnologie adatte alla mutilazione genitale di massa.

Il terreno di sperimentazione urgente è l’Africa subahariana. (continua…)

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

Una tavola rotonda su estasi e possessione

Stati alterati di coscienza, possessioni iniziatiche, visioni. Malattia mentale o fenomeno culturale?

Si confronteranno sul tema neuroscienziati, psichiatri, antropologi e teologi  al King’s College di Londra il 23 marzo

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

Mutilazioni genitali (2) e potere: il re degli Zulu ripristina la circoncisione maschile e il test di verginità contro l’epidemia di HIV

Goodwill Zwelithini, re degli Zulu, ha annunciato il ripristino della circoncisione per i maschi Zulu. La pratica della circoncisione è presente in altre popolazioni sudafricane come gli Xhosa e i Sotho durante i riti di passaggio dell’adolescenza. Gli Zulu l’avevano abbandonata già dall’800, ma (continua…)

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

Mutilazioni genitali (1). L’OMS appoggia la circoncisione di massa dei maschi nelle aree dell’Africa più colpite dall’AIDS

L’Organizzazione Mondiale della Sanità appoggia senza riserve la circoncisione di massa dei maschi nell’Africa orientale e del Sud. Già da anni tre ricerche condotte con metodologie standardizzate in tre regioni diverse del continente africano sembrano aver dimostrato una notevole diminuzione della probabilità di contagio HIV eterosessuale per i maschi circoncisi. Le valutazioni più ottimistiche parlano di un crollo del 60%.

L’0biettivo è la circoncisione di oltre 20 milioni di maschi tra i 15 e i 49 anni entro il 2015 (continua…)

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed
 
 
This website uses a Hackadelic PlugIn, Hackadelic Sliding Notes 1.6.5.