Questo sito utilizza i cookies. Maggiori info

antropologia della salute 2.0

Le comunità virtuali (forum, blog, social network) hanno favorito un ampliamento della comunicazione sociale intorno alla malattia grazie alla loro caratteristica di grande luogo di scambio e di conversazione, spesso tra pseudonimi.
A differenza di altre modalità di indagine che richiedono che il soggetto verbalizzi vissuti di vergogna e disagio e li classifichi attraverso le categorie del ricercatore, lo studio della malattia sul web 2.0 consente di cogliere percezioni, vissuti, fantasie e comportamenti nel modo in cui emergono spontaneamente nella comunicazione sociale.
Il social web ha un ruolo centrale nel veicolare le rappresentazioni sociali della malattia e contribuisce ad orientare l’intensità dell’allarme sociale e della percezione di rischio.
L'archivio riunisce ricerche realizzate negli anni in questo ambito.

L'immagine in copertina è segnalata nella bella introduzione di Marrone al  volume: Il discorso della salute. Verso una sociosemiotica medica,, Atti del XXXII Congresso dell’Aiss, Roma, Meltemiexpress, 2005