Questo sito utilizza i cookies. Maggiori info
  •   

    Identità: Bologna; Piazza Maggiore

    Il Sacrario ai caduti della Resistenza di Bologna. Simili a compositi galtoniani, migliaia di fotoritratti ectoplasmatici rinviano a un'identità al tempo stesso individuale e collettiva.

    PDF
  • Francis Galton

    Naturalista, statistico, antropologo, fotografo, esploratore (1822 - 1911), cugino di Ch. Darwin e l’ultimo dei grandi scienziati ‘totali’ dell’epoca vittoriana. Fece viaggi di esplorazione nell'Africa sud-occidentale (1845-46; 1850), si occupò di meteorologia, antropologia (impronte digitali), di acustica fisiologica (soglia di udibilità, ecc.); ma il suo nome è soprattutto legato agli studi sull'ereditarietà biologica e sui gemelli, per i quali introdusse importanti innovazioni statistiche e la metodologia fotografica del ritratto composito.

    Il ritratto compsito

    L'invenzione del ritratto composito come tentativo iconico di produrre una conoscenza scientifica dell'individuale.

    PDF
  • Allan Sekula

    È fotografo e critico della fotografia da una prospettiva radical. Vive e lavora a Los Angeles. Dalla metà degli anni '80, è membro del comitato editoriale di October. Ha scritto numerosi saggi di fotografia e critica cinematografica. « Fish story », uno dei suoi progetti fotografici più noti, è stato esposto a New York, Santa Monica, Stoccolma, Glasgow.

    Il corpo e l'archivio

    L'Archivio come luogo paradigmatico di classificazione/invenzione dell'uomo medio e del deviante. Un'esplorazione del modo in cui alla fine del XIX secolo la fisiognomica, la fotografia, il lavoro della polizia, la statistica sociale si intrecciano nel tentativo di mettere a punto una scienza dell'identificazione, e dunque una teoria dell'identità.
     

    PDF
  • Enrico Pozzi

    Insegna Psicologia sociale all'università di Roma ed è psicoanalista. Si occupa in questo momento del corpo come costrutto sociale, e di analisi della retorica del discorso scientifico. Ha pubblicato Lo Straniero interno (Firenze 1994).

    Fotografare l'inconscio: Galton e Freud

    Un percorso labirintico connette l'inconscio di Freud all'individuo generico di Galton. Al centro di entrambi: un soggetto fatto integralmente di altri soggetti, e, in quanto tale, soggetto.

    PDF
  •   

    Due libri da non leggere e due (quasi) da leggere sull'identità italiana

      

    PDF