Questo sito utilizza i cookies. Maggiori info
  • Cristiano Grottanelli

    (1946-2010). Ha insegnato a lungo Storia delle Religioni nell'università di Pisa e, prima,  all'università di Roma "La Sapienza", all'Istituto Universitario Orientale di Napoli, a Minneapolis(1984), a Chicago (1993,1996), e all' École Pratique des Hautes Etudes (1999). Ricercatore appassionato e orginale, ha portato nella Storia delle Religioni una solida formazione antropologica e il gusto delle contaminazioni. Fra i suoi libri, da ricordare Gli occhi di Alessandro. Sacralità del corpo e potere sovrano da Alessandro Magno a Ceausescu (con Sergio Bertelli, Ponte alle Grazie 1990), Ideologie miti massacri. Indoeuropei di Georges Dumézil (Sellerio 1993), Sette storie bibliche (Paideia 1998), Kings and Prophets (Oxford University Press, New York 1999), e Comparativa/mente curato assieme a Pietro Clemente, Seid Editori 2009.

    La mummia di Lenin e lo scheletro dello Zar

    Nel destino strutturalmente simmetrico del corpo di Lenin e del corpo dell'ultimo Zar, il saggio coglie i paradossi del disincantamento della realtà; progetti politici di trasformazione razionale e disincantata della storia sono costretti ironicamente ad appoggiarsi sulle dimensioni magico-sacrali che si proponevano di cancellare dalla politica e dal sociale.

    PDF
  • Maurizio Balsamo

    È psichiatra, psicoanalista, membro della Società Psicoanalitica Italiana. Ha conseguito il dottorato in psicopatologia fondamentale e psicoanalisi all'università di Parigi VII. Ha pubblicato (con F. Napolitano) Costruire e ricostruire (Roma, 1994) e Freud, lei e L'altro (Milano, 1998), ed ha curato (con altri) il volume Sessuale, destino, scrittura (Milano, 1998).

    Clérambault, le donne e la passione delle stoffe

    La singolare fascinazione per le stoffe da parte di un grande psichiatra diventa il pretesto per una riflessione sul rapporto forte che sembra legare il vestito e il drappeggio alle aporie della femminilità.

    PDF
  • Enrico Pozzi

    Insegna Psicologia sociale all'università di Roma ed è psicoanalista. Si occupa in questo momento del corpo come costrutto sociale, e di analisi della retorica del discorso scientifico. Ha pubblicato Lo Straniero interno (Firenze 1994).

    Il traditore come straniero interno: psicoanalisi di uno stato limite

    La vicenda di Kim Philby, la più importante spia del gruppo di Cambridge, diventa il punto di partenza per una riflessione sul tradimento; la difficoltà di una definizione porta da un lato verso lo straniero interno di Simmel, dall'altro verso le matrici inconsce e le complesse dinamiche di possesso e d'amore che permeano l'atto di tradire; in rapporto con la scrittura, il rapporto tra il padre di Philby, il figlio e il foglio bianco del corpo materno apre prospettive singolari sul desiderio del tradimento.

    PDF
  • aragNO ricciMeister remixingdub

    ALESSIO ARAGNO, MATTEO MOLLI e DAMIANO RICCI, gli autori di questo scritto, studiano Scienze della Comunicazione presso la Facoltà di Sociologia dell'università di Roma "La Sapienza".

    Prospettiva Rave-skij. La corporeità temporanea del rave

    Il corpo come protagonista assoluto del rave, e il corpo della scrittura come suo pallido specchio.

    PDF