Questo sito utilizza i cookies. Maggiori info
  • Valerio Callieri

    Valerio Callieri, sociologo della comunicazione e esploratore di discorsi filmici, ha appena scritto e diretto I nomi del padre. A quel Mosè non sappiamo cosa sia accaduto

    Lupus in lectore

    Il 22 luglio 2004 Luciano Liboni, un piccolo criminale di provincia, sceglie di diventare un anti-eroe uccidendo inutilmente un carabiniere nelle Marche. 9 giorni dopo viene ucciso da un altro carabiniere a Roma. Tra queste due date si sviluppala costruzione sociale e mediatica di Liboni come folk hero negativo. L’autore la indaga utilizzando il percorso, le fasi e i topoi della invenzione dell’eroe mitico sulla base del modello proposto da Joseph Campbell. In questo caso l’eroechiamato il Lupo nei media e nel discorso sociale - si configura come mostro sul confine tra natura e cultura, belva anomica che oppone il zoon al politikon, contenitore in cuiil sociale colloca ciò che rimuove e nega dentro di .

  • Enrico Pozzi
    Può suicidarsi una nazione? L'ultimo libro di Ian Kershaw
  • Cristina Cenci - Enrico Pozzi

    Cristina Cenci è antropologa. Ha creato Body & Society Lab, un osservatorio sulle rappresentazioni sociali del corpo. Si occupa dei corpi del potere e dei leader carismatici, del corpo di genere, della costruzione del corpo e della salute attraverso i social media, di antropologia
    della sessualità. È tra i fondatori della rivista IL CORPO e attuale redattore della serie online.

    Enrico Pozzi è docente universitario, psicologo sociale e psicoanalista (SPI/IPA). Si occupa di tutto ciò che sta alla frontiera tra individuo e sociale. Ha diretto la 2a serie de IL CORPO. Sito: www.enricopozzi.eu

    La pelle della carne sociale. Psoriasi e fantasmi della natura nel web 2.0

    La pelle è il luogo geometrico corporeo del negoziato tra corpo e sociale, tra l’artificialità della cultura e la pretesa naturalità della natura. La psoriasi è un incidente della pelle. Il discorso sociale sulla psoriasi condensa la dialettica natura vs artificialità che inerisce a quest’organo.I dati epidemiologici segnalano il rifiuto della medicalizzazione della psoriasi, una patologia di cui non si vuole che sia una malattia. Le rappresentazioni sociali sottese da questo rifiuto vengono esplorate tramite un corpus web 2.0 che campiona le conversazioni sociali italiane intorno alla psoriasi. Metodologie: l’analisi del discorso e la network analysis applicata ai testi. Le conversazioni sociali del web seguono due percorsi: a) la psoriasi è una aggressione eteronoma proveniente dalla società; b) la psoriasi è una eruzione autonoma
    proveniente dall’interno del corpo (l’Io colpevole: “non so vivere”). I due percorsi convergono nel rifiuto generalizzato della dimensione bio-fisiologica della malattia. Il fantasma rappresentativo sottostante rimanda al modello della rottura dell’equilibrio. La psoriasi testimonia/tradisce una rottura dell’equilibrio tra natura e cultura, una eccedenza patogena di cultura e di artificialità che disgregherebbe la
    naturalità della pelle. La cura esige il ristabilimento dell’equilibrio naturale perduto, e l’abbandono del campo della medicina: solo la natura può restaurare la natura. La risposta del dispositivo medico utilizza il mirroring semantico del fantasma dominante: il “farmaco bio”, opposto all’antibiotico, che nasconde un vertice di artificialità tecno-biologica.

  • Enrico Pozzi

    Enrico Pozzi è docente universitario, psicologo sociale e psicoanalista (SPI/IPA). Si occupa di tutto ciò che sta alla frontiera tra individuo e sociale. Ha diretto la 2a serie de IL CORPO. Sito: www.enricopozzi.eu

    Diario paranoico-critico: il corpo di Obama (2009-2011)

    Il metodo paranoico-critico di Dalí applicato al corpo di Obama fa emergere i contenuti magico-sacrali che riempiono di senso e consenso il corpo del Re divino post-moderno. Gli aspetti ‘innocenti’ e demoniaci del potere come Potenza traspaiono dalle rappresentazioni immaginarie di Obama come fallo fertilizzante, corpo esemplare, re taumaturgo, Signore delle Mosche, angelo di violenza assoluta, Sovrano
    illimitato. Il carattere ‘mostruoso’ di questa condensazione numinosa lascia al presunto cittadino una sola identitàquella del suddito -, e una sola azione possibile: l’autoasservimento entusiasta.

  • Corpo e immaginario: un libro di Nicola Porro
  • Pelle impura fin de siècle

    La galleria mostra dieci tavole dermatologiche della seconda metà
    dell’Ottocento tratte dai volumi Photographs (Colored from Life) of
    the Diseases of the Skin del dermatologo britannico Alexander Balmanno
    Squire, e Photographic Illustrations of Skin Diseases di George
    Henry Fox.