Questo sito utilizza i cookies. Maggiori info

paranoia e potere (1). Quando si riesce a governare solo con le emergenze.

9 novembre 2011 - di enrico pozzi

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

Contro la trasparenza del cittadino.

23 ottobre 2011 - di enrico pozzi

Ogni Sovrano auspica la trasparenza totale dei sudditi. Ogni suddito dovrebbe aspirare alla trasparenza totale del Sovrano. Il potere non abbia segreti, l’individuo goda del massimo di segreto possibile. Di fronte alla onnipotenza tendenziale del potere, al cittadino non rimane che difendere con la massima energia il suo diritto/dovere a nascondersi. L’impenetrabilità degli Arcana imperii [...]

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

Paranoia e potere [2]. L'Evasore Fiscale è il nuovo Nemico al servizio dello stato d'eccezione

15 ottobre 2011 - di enrico pozzi

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

Miseria degli intellettuali. Edoardo Boncinelli Classico del Pensiero, ohibò!

2 maggio 2010 - di enrico pozzi

Esiste una abbastanza pregevole collana economica della Mondadori. Vive una sua vita misteriosa nelle edicole come supplemento di Panorama, TV Sorrisi e canzoni ecc. Volumi stampati decentemente, edizioni a volte anche buone di testi completi, prezzo basso: 12,90€.

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

la musica come oppio dei popoli? Torna “Privilege” di Peter Watkins

11 aprile 2010 - di enrico pozzi

Dopo più di 40 anni è possibile vedere di nuovo Privilege di Peter Watkins. Uscito in Inghilterra nel 1967,  ebbe vita brevissima nelle sale cinematografiche, e da decenni giravano solo edizioni pirata in vhs, di pessima qualità visiva e sonora. Il film racconta l’intreccio tra potere, costruzione del consenso, star system e musica pop. Il potere è [...]

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

Contro la trasparenza (3). Corrotti, omofobi e La Repubblica

21 marzo 2010

test

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

Obama signore delle mosche, ovvero Belzebu alla Casa Bianca.

4 luglio 2009

Il potere merita il delirio paranoico. 53 milioni di pagine Google per “Obama kills a fly”, accaduto il  16 giugno. La voce del popolo non mente. Ha sentito che quel modestissimo evento nasconde una verità terribile. Cerca risposte, ma non le trova. Io ho capito, e voglio dire quello che ho capito.

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

la paranoia del mio nemico è sempre più paranoica della mia. A proposito di un altro articolo di Carlo Galli

3 luglio 2009

Per sua grandezza e nostro sfortuna Carlo Galli – mi si dice: docente di Storia delle Dottrine politiche a Bologna – non smette di pensare. In un ovviamente pensoso articolo (“Se l’avversario torna nemico”, Repubblica, 2 luglio), si avventura sul terreno scivoloso della coppia amico/nemico dello ovviamente “inquietante” Carl Schmitt, e sull’ancora più scivolosa trasformazione [...]

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

Tabloid, inconscio sociale e verità della notizia. Perché a noemi-papi e alle orge di Villa Certosa ci credono quasi tutti?

14 giugno 2009

Le conversazioni sociali hanno pochi dubbi. Noemi e Papi hanno fatto cose. A Villa Certosa ci sono state le orge. Berlusconi si rimedia le giovanette e ha l’harem. Ecc. La cosa strana è che ci credono anche quelli che dichiarano di non crederci. Dicono: non c’è nessuna prova, le foto dei tanga cellulitici di Villa [...]

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed

Contro la trasparenza (2). Perché Berlusconi non riesce a pensare che il pene di Berlusconi riguarda solo Berlusconi.

6 giugno 2009

La vicenda Noemi-Papi-Veronica-Villa Certosa-La Repubblica ecc ecc è una ennesima dimostrazione del confine labile tra politica e folie à plusieurs, tra costruzione del consenso e pensiero paranoico, tra immaginario sociale e ideologia. Troppo banale per perderci il tempo di una analisi sistematica. Qualche domanda vale lo stesso la pena. La prima qui, le altre verranno.

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Tumblr
  • FriendFeed